L’ esempio più semplice e valido da un punto di vista generale è rappresentato dalle esigenze di un utilizzatore di PC sul piano personale, sia per le funzioni d’uso più comuni, come la gestione della posta elettronica e la navigazione internet, sia per altre meno ovvie e scontate, come la gestione di un Media Server personale o di un servizio di Personal Cloud.

Da questo punto di vista, Linux Mint contiene tutto quello che serve, già preinstallato per default insieme al sistema operativo.

FUNZIONI GENERALI

Per la navigazione internet e la gestione della posta elettronica sono già installati i due notissimi programmi di marca Mozilla: Firefox come web browser e Thunderbird per la posta. Volendo, è facilissimo installare anche Google Chrome: l’installazione di questo browser va fatta manualmente ma poi anche Google Chrome verrà mantenuto automaticamente aggiornato dal sistema, come tutti gli altri programmi che Linux installa per default.

Per la gestione dei documenti di tipo Office è già installato l’ottimo LibreOffice.

Per la gestione dei documenti di grafica e delle foto è già installato GIMP, un programma di tipo avanzato che gli esperti di grafica potranno utilizzare al meglio, ma che può essere facilmente usato anche da utenti meno esperti per eseguire operazioni di routine. Esistono ad esempio dei moduli (plug-in) che consentono di eseguire operazioni in “batch”, cioè di applicare modifiche particolari non ad un singolo file ma ad un gruppo di files contemporaneamente: una funzionalità molto utile e comoda, ad esempio per chi deve elaborare immagini ottimizzate per il web, ma non solo.

FUNZIONI MULTIMEDIALI

Per la riproduzione dei file multimediali è già installato VLC, un lettore universale audio-video, compatibile con tutti i più diversi formati, dai vecchi videoclip in formato AVI fino ai video in alta definizione Full HD. Ѐ uno dei pochi programmi gratuiti in circolazione che garantisce la retro-compatibilità anche con formati video molto datati, consentendoci di recuperare e gestire in modo unitario tutto il nostro archivio video accumulatosi negli anni, che per forza di cose sarà assai diversificato per quanto riguarda i formati dei files e soprattutto dei codec utilizzati per la compressione e la codifica digitale.

Per la riproduzione dell’audio e della musica è già installato Rhythmbox, un valido lettore multimediale che fa bene il suo lavoro e possiede diverse funzioni avanzate di gestione di una vasta libreria musicale.

FUNZIONI DI RETE E DI CONNESSIONE REMOTA

Al giorno d’oggi, anche un utilizzatore occasionale di PC possiede più di uno strumento digitale di gestione delle informazioni, ad esempio un PC ed uno smartphone oppure un tablet. Ѐ sempre utile, e spesso indispensabile, mantenere connessi tra loro in rete locale (LAN), tutti questi dispositivi, per poter accedere in modo trasparente a tutti i nostri contenuti (documenti, files multimediali, ecc.) da qualsiasi dispositivo ed indipendentemente dal dispositivo nel quale tali documenti si trovano memorizzati.

Uno degli strumenti più utilizzati per gestire questo tipo di situazione è la condivisione files con il protocollo Samba (SMB/CIFS). In Linux Mint “Cinnamon” è già installato per default il modulo di connessione client, ma è facilissimo installare anche il modulo server che ci consente di impostare la condivisione files in un modo molto flessibile: ad esempio è possibile condividere la nostra intera cartella Home, contenente tutti i nostri documenti personali, oppure solo cartelle e documenti specifici, in modo che questi elementi siano accessibili in rete locale da qualsiasi dispositivo e sempre disponibili.

Ma la funzionalità più utile in fatto di connessioni in rete non è la condivisione in rete locale (LAN) ma la possibilità di accedere in modo trasparente a tutti i nostri documenti attraverso Internet. In tal modo possiamo controllare i nostri dispositivi, connessi sulla LAN del nostro luogo di residenza/lavoro, accedendo a tutti i loro contenuti da qualsiasi parte del mondo: la connessione passa attraverso Internet quindi può essere avviata da qualsiasi parte del mondo dove esista una connessione Internet, e ci consente di collegarci ai nostri dispositivi di casa/ufficio esattamente come se ci trovassimo all’interno della nostra LAN. Una connessione di questo tipo però richiede particolari accorgimenti in fatto di sicurezza perché richiede l’apertura di alcune porte nel nostro modem/router che espongono su Internet la nostra LAN, rendendola potenzialmente vulnerabile ad attacchi di pirateria informatica. Tutto quello che serve c’è già in Linux Mint: anzitutto un buon Firewall per bloccare tutte le connessioni in ingresso, ammettendo solo quelle che a noi servono. Per una connessione sicura da remoto che passi attraverso Internet serve un protocollo di connessione criptato con un buon livello di cifratura: in Linux i moduli già presenti di default (in versione client) sono quelli per le connessioni SSH (Secure Shell) e per i tunnel VPN (Virtual Private Networking). In entrambi i casi è facilissimo installare, in qualsiasi versione di Linux, i moduli server di entrambi i protocolli, che trasformeranno il nostro PC di casa in un server di condivisione files accessibile da qualsiasi parte del mondo, in modalità criptata e sicura. In questo modo otteniamo, con relativa facilità ed a costo zero, un servizio di Personal Cloud perfettamente funzionante, semplicemente utilizzando il nostro PC personale, senza doverci appoggiare a costosi servizi di terze parti, trasformando il nostro PC in un NAS/Server di connessione globale. Una soluzione di questo tipo è molto utile anche per gestire da remoto dispositivi di sorveglianza come videocamere o altri apparati di rilevamento.

Infine, utilizzando l’ottimo VLC in modalità server, è possibile implementare un servizio di Media Server VOD (Video-on-Demand) che effettui lo streaming dei nostri contenuti video su Internet, consentendoci di accedere in modo trasparente alla nostra libreria personale di filmati digitali da qualsiasi parte del mondo, in modalità del tutto analoghe a quelle di servizi simili a pagamento.