Non siamo obbligati ad acquistare un computer (Desktop o Portatile) che abbia già un sistema operativo preinstallato.

Nelle modalità più diffuse di vendita, i PC vengono offerti al cliente con un sistema operativo preinstallato, nella stragrande maggioranza dei casi Microsoft Windows, oppure il macOS nel caso dei computer Apple. Ovviamente per gli utenti finali è molto comodo avere, subito dopo l’acquisto, un computer “chiavi in mano” che sia da subito funzionante alla prima accensione, e questo è possibile solo con un sistema operativo preinstallato.

La comodità però ha sempre un prezzo, che in questo caso consiste nel costo della licenza d’uso del sistema operativo preinstallato, conteggiato nel prezzo finale di vendita del PC in questione. Per fare solo un esempio, i computer di marca Dell vengono venduti direttamente attraverso una pagina web di configurazione che consente all’utente finale di personalizzare la macchina che sta ordinando, scegliendone le varie componenti (CPU, RAM, dischi rigidi, ecc.): in questo configuratore, la presenza o meno del sistema operativo Microsoft Windows viene conteggiata ad un prezzo di 105 euro (IVA esclusa).

Nel caso ad esempio di una Startup o di un Ufficio che intendano avviare un’attività basata su un parco macchine di 5 o 6 computer, il costo complessivo delle licenze dei sistemi operativi preinstallati può incidere in maniera consistente, anche se non esorbitante, sul budget da preventivare. Questo costo potrebbe facilmente essere risparmiato se decidessimo fin dall’inizio di acquistare macchine prive di sistema operativo preinstallato.

Questa è ovviamente la scelta giusta da fare per chi pensa di utilizzare come strumento di lavoro il sistema operativo Linux, che è gratuito, ed i programmi applicativi compatibili con Linux, in stragrande maggioranza anch’essi gratuiti.

Ma è una scelta consigliabile anche per chi non sia ancora del tutto sicuro di quale possa essere la piattaforma software più adatta alle proprie esigenze. Con l’acquisto di un PC senza sistema operativo preinstallato, potremmo ad esempio provare Linux a costo zero, e se non lo troviamo adatto alle nostre esigenze, nulla ci impedisce di installare il sistema operativo Microsoft Windows in un secondo momento, acquistandolo a parte (dubito che a qualcuno verrà voglia di farlo). Siamo insomma liberi di scegliere lo strumento che fa al caso nostro, senza farci imporre una scelta preconfezionata dal mercato. Va infatti detto che la stragrande maggioranza degli utenti Windows usano questo sistema operativo semplicemente perché lo trovano già installato sul computer al momento dell’acquisto, e non perché ne apprezzino i pregi ed abbiano espresso una preferenza in tal senso. Spesso anzi è proprio il contrario: conosco personalmente una quantità di utenti molto insoddisfatti e stufi di Windows, ma rassegnati ad usarlo perché “era già sul computer” e ormai, piaccia o no, si sono abituati ad usarlo (e a sopportarne i difetti).

Offerte di vendita di PC/Notebook privi di sistema operativo preinstallato.

Basta cercare con Google “pc senza sistema operativo” per trovare tutta una serie di link a siti che forniscono informazioni su offerte di vendita, con eventuale possibilità di acquisto online. In questi casi vale la stessa regola generale di cautela che va adottata per qualsiasi tipo di acquisto online, a meno che non si tratti di operatori di vendita molto noti o di marchi sicuri.

Il campo è vastissimo per cui si possono dare solo delle indicazioni di massima. Per esigenze specifiche andranno fatte ovviamente ricerche specifiche.

Ad esempio, su Amazon è possibile trovare offerte di computer senza sistema operativo, inserendo nel campo di Ricerca Prodotti la frase di cui sopra. In questi casi è utile confrontare il prezzo di questi modelli con quello di modelli dalle analoghe prestazioni venduti con sistema operativo preinstallato (Windows), per verificare l’esatta entità del risparmio che si ottiene con la prima opzione. Il prezzo dei singoli modelli varia spesso da un rivenditore all’altro, anche in ragione di offerte particolari, e può accadere anche che tra un determinato modello di computer senza sistema operativo ed un altro analogo dotato di Microsoft Windows, la differenza di prezzo sia minima. In questi casi può essere conveniente scegliere il modello dotato di sistema operativo preinstallato, per poter poi provare Linux in una configurazione “dual-boot”.

Nel caso dei computer di marca Dell, ad esempio, è possibile scegliere il sistema operativo da installare, che, nel caso di una Workstation, può essere Windows 10 Professional, al costo di 105 euro + IVA, oppure Linux Ubuntu, a costo zero. È anche possibile scegliere di installare una specifica versione di Linux a pagamento: Red Hat Enterprise, particolarmente consigliata per le imprese di una certa dimensione, che esulano dall’ambito SOHO.

Esiste un’ottima azienda italiana, la Santech, specializzata nella produzione di Notebook di fascia alta, di livello Workstation, che possono essere configurati con o senza sistema operativo, e sono perfettamente compatibili con Linux. La presenza o meno di Windows 10 come sistema operativo preinstallato viene conteggiata da 49 a 79 euro a seconda che si tratti della versione Home oppure Pro: è un prezzo piuttosto conveniente per una licenza d’uso Microsoft, che però sale fino a 159 euro se si vuole anche il DVD di installazione di Windows. Un’altra azienda italiana che si colloca nello stesso ambito è la Raiontech.

Per restare in Europa, si può dare un’occhiata al sito di bestware (Germania) che offre una vasta scelta di Notebook e Desktop di fascia alta, totalmente configurabili nelle componenti da installare, compresa la presenza o meno del sistema operativo. La scelta di una configurazione priva di Microsoft Windows preinstallato consente di risparmiare da 120 a 150 euro.

Infine, non si può fare a meno di citare l’americana System76, un’azienda pioniere nel settore dei computer espressamente progettati e costruiti per Linux. Sul loro sito è possibile configurare interamente il modello di computer scelto, Desktop o Notebook, e scegliere la versione di Linux da preinstallare. System76 spedisce i propri prodotti in molti paesi del mondo, compresa l’Italia, ma trattandosi di spedizioni da fuori dell’Unione Europea vanno considerati gli eventuali costi di importazione. Recentemente anche in Germania si è attivata un’azienda che assembla Notebook e Desktop PC pensati espressamente per l’utilizzo con Linux: Tuxedo Computers.

Se invece si preferisce concordare il proprio acquisto con un rivenditore tradizionale, dotato di una sede “fisica” e non “virtuale”, si può dare un’occhiata al sito di LinuxSi, che offre una mappa aggiornata dei negozi “Linux-friendly” di tutta Italia, regione per regione. In questi negozi sarà possibile acquistare PC nuovi con Linux preinstallato oppure senza sistema operativo.

Le opportunità insomma ci sono, e basta guardarsi un po’ intorno per trovare molte alternative al solito PC o Notebook venduto insieme al sempiterno Windows preinstallato.